Non ho mai insegnato ai miei allievi; ho solo cercato di fornire loro le condizioni in cui possono imparare.
(Albert Einstein)

10 maggio 2016

Arte a quadretti!


Si può fare arte usando solo i quadrati? Certo..guardate qui come i bambini hanno rappresentato il Paese di Quadrilandia (paese immaginario dove tutto ha una forma quadrata (nuvole, sole, uomini, animali, fiori… anche il denaro…)

CAM01502CAM01509CAM01507


CAM01513
CAM01514

  CAM01510
 CAM01518
CAM01515
 CAM01506
CAM01512
 Questa attività è stata intrapesa nell'ambito di una proposta di contenuti relativi al sistema di valore e messa in riferimento con le frazioni decimali prima ed i numeri decimali dopo. Un percorso del tutto nuovo per me, nato dallo stimolo degli alunni che, andando alla lavagna, hanno “scoperto” che le frazioni 10/100, 50/100, 20/100 “sono soldi” (vi assicuro che la loro sorpresa è stata veramente divertente!)

Da qui l’idea di far rappresentare “i soldi” in forma quadrata in un paese dove tutto è quadrato. E’ nato il “quadrieuro”, ovviamente quadrato, cioè la moneta ufficiale del paese di Quadrilandia.  “Ma per avere monete più piccole bisogna dividerlo!” Allora si divide l’ euro quadrato e nascono centesimi e decimi…

Non è un procedimento forzato, nè macchinoso come potrebbe sembrare raccontandolo… io lo vedo come un modo un po’ sui generis di affrontare un contenuto che i miei alunni stavano vivendo con noia… hanno partecipato attivamente ed appreso con facilità.

E’ comprensibile come si possa andare oltre> testi fantastici, testi descrittivi,geometria, geografia, arte…una bella unità didattica suggerita dagli alunni…


8 aprile 2016

Tutti in montagna…

Il lavoro è iniziato la settimana scorsa quando, ottenuta in prestito della plastilina dalle maestre della scuola materna e stimolati da un’ attività suggerita dal nostro sussidiario, abbiamo realizzato una piccola montagna.

Lo scopo era quello di focalizzare l’attenzione sulle curve di livello e le  tinte altimetriche usate dai cartografi.


montagna montagna
La montagna vista di fronte fa pensare ad un dolcetto, ma osservata  dall’alto è ok!

A grande richiesta, come prevedibile!, l’attività è stata ripetuta. Ogni bambino ha voluto realizzare la sua montagna. Così oggi didattica laboratoriale: cosa fare con tante montagne? Ma è ovvio: una catena montuosa!

catena montuosa
catena montuosa
Non c’è stato il tempo per rifinire il lavoro e rispettare le proporzioni…c’è un vulcano sulla sinistra, una montagna quasi galleggiante, due alberelli e un fiore gigante, una simpatica barchetta fatta in mezzo minuto e due pesci che a pescarli si fa una scorta alimentare per una stagione… “Ma è bellissimo!!!”, è stato il commento di alcuni bambini. E lo è !!!

Guardate questo lavoro con gli occhi dei bambini e pensate al significato di ciò che hanno fatto. Hanno concretizzato dei concetti, con entusiasmo e divertendosi. Non è poco. Ciò che è veramente poco è il tempo per lavorare in modo non trasmissivo… ma questo è un altro discorso, meglio non dilungarsi oltre!

16 marzo 2016

Raccolta di… “detti”

Mercoledì scorso una bambina mi chiese: "Maestra, ma tu li conosci i detti?” “Perchè?" “Perchè a casa non posso parlare. Ogni volta che apro bocca mia nonna mi rimbambisce di detti!!!”
Beh, detto e fatto (per retare in tema!)
Come si sarà ormai compreso, in classe non mancano mai scatole da riciclare e così ecco che nasce la “scatola dei detti”, dove per una settimana i bambini inseriranno i detti raccolti a casa. Grande successo!

detti
detti
Valerio e Matteo hanno battuto ogni record! Il primo ha raccolto 13 detti, il secondo 17… (cosa suggerisce questa situazione a livello aritmetico?)
detti
detti

10 marzo 2016

Al lavoro con Geogebra

Allestita in classe una “postazione” informatica.

Lim, portatili della scuola e delle insegnanti, tablet dei bambini e…tutti al lavoro con Geogebra. Siamo all’inizio, ma le potenzialità di questo programma, affiancato ad un altro softwere di grafica vettoriale (Inkscape),sono interessanti… è un valido strumento per la geometria, e non solo…

Con i tablet è un po’ difficoltoso lavorare con Geogebra, ci vuole pratica ed anche pazienza. I miei alunni se la sono cavata alla grande.

Eccoli al lavoro. Tutti entusiasti, anche Leo. Grande Leo!!!
uso di geogebra
uso di Geogebra uso di geogebra
uso di geogebra uso di geogebra
uso di geogebra uso di geogebra
uso di geogebra uso di geogebra

Per chi sostiene che non si possono fare tre ore di matematica perchè i bambini vanno in tilt, si “annoiano” (e si stancano!), questa attività (come tante altre presentate in questo blog) sono la dimostrazione che, per poter “apprendere facendo, non si può fare economia sul tempo scolastico: le ore volano e spesso i bambini protestano perchè vogliono continuare quella che è un’ attività motivante. 

Scusatemi se richiedo più tempo per essere “meno trasmissiva”!!!

8 marzo 2016

Geogebra, ovvero geometria dinamica

Cos’è Geogebra? E’ un software per apprendere ed insegnare la matematica. Perchè geometria dinamica? Perchè in tempo reale possiamo vedere le trasformazioni che operiamo su rette, segmenti, poligoni…
La versione “prim” è quella indicata per la scuola primaria e le medie.
Perchè non provarlo?
Ecco i miei alunni di quinta alle prese con il primo approccio a Geogebra. Abbiamo lavorato sulle isometrie. L’interesse è stato massimo!

CAM01477
CAM01468

Gli alunni hanno usato la versione classica di Geogebra e non hanno incontrato difficoltà in quanto, ovviamente!, le richieste per loro erano “elementari”… L’ho scaricata anche sul tablet e funziona benissimo.

CAM01474

Ho deciso di aprire una pagina in cui inserire semplicissimi videotutorial per imparare l’uso di questo software.

7 marzo 2016

Musica in … scatola!!!

Legata al “potenziamento musicale” oggi in classe terza la musica è stata fatta con le scatole e cioè riciclando contenitori cilindrici di note patatine fritte e contenitori conici “tronchidi pop corn che alcuni bambini hanno riportato dal Politeama di Alatri l’ultima volta che siamo andati al cinema.

Cosa ne è venuto fuori?

Con i cilindri lo strumento della pioggia. Le scatole sono state decorate dai bambini, all’ interno è stato messo (in piccole quantità) materiale vario (grande successo per pastina e fagioli!).

stumento della pioggia
stumento della pioggia
Maneggiando correttamente lo strumento e ruotandolo si mima il suono della pioggia (con varie intensità). Ci provano alcuni bambini:

stumento della pioggia
Questo “barattolo” si presta comunque anche ad essere uno strumento a percussione come i contenitori delle pop corn

strumenti a percussione
strumenti a percussione
La nostra esperta, prof Fabiola, guida i bambini e si crea una simpatica (e divertente) orchestrina.

Emerge  la necessità di far comprendere ai bambini che, se si vuole raggiungere un risultato comune positivo, occorre concentrazione e massima attenzione e che i movimenti devono seguire un ritmo e rispettare delle pause. Meno male che lo hanno subito recepito!

Questa attività i ricollega a un vecchio post

18 febbraio 2016

Certo, possibile o impossibile?

E’ continuato il lavoro sui linguaggi logici,  questa volta centrato sull’ intuire la possibilità del verificarsi o meno di un evento.Abbiamo usato del materiale in gomma crepla ed una mini cassettiera in cartoncino, tutto handmade.

CAM01401
CAM01403
Un bambino usciva dall’ aula indicando prima quale cuoricno avrebbe preferito trovare aprendo un cassetto. Quelli rimasti in classe mettevano un cuoricino in ogni cassetto. Richiamato il compagno (e conoscendo il colore scelto) dovevano esprimersi sulle possibilità dell’evento e cioè se il loro compagno aprendo un cassettino a caso avrebbe trovato il cuore del colore preferito. Ovviamente il colore dei cuori cambiava ogni volta che i bambini si alternavano nell’ uscire ed io mediavo la scelta dei colori da mettere nella mini cassettiera.
CAM01402
Es> Emanuel vorrebbe trovare in un cassetto un cuoricino celeste, i compagni mettono nei cassettini 4 cuori di colore diverso di cui uno celeste= evento possibile
Matteo vuole un cuoricino rosso, si usano quattro cuori rossi= evento certo.
Rachele lo vuole fucsia, nessun cuore messo nei cassetti è di questo colore= evento impossibile
Valerio sceglie il nero, si usano tre cuori neri ed uno bianco>evento con forte componenete di probabilità (3 su 4, cioè tre quarti..e ripassiamo anche le frazioni!)
Il tutto è stato poi verbalizzato sui quaderni.
A noi adulti quella descritta può sembrare un’ attività semplice per dei bambini, ma molto spesso diamo per scontata l’ovvietà di certe situazioni. Ci sono stati infatti degli errori di previsione. Proprio perchè alcuni concetti a noi sembrano di facile acquisizione, tendiamo a proporli in modo trasmissivo, come semplice lettura  e interpretazione, ad es., di quei bei testi e disegni presentati sui sussidiari.
Quando possiamo, giochiamo con la matematica!!! A mio avviso rende di più.

17 febbraio 2016

Riciclo..."domestico"

Riciclando la scatola di un cellulare, Pasquale ha realizzato un simpatico contenitore per le sue figurine.

scatola di pasquale

Bravo!!!

11 febbraio 2016

Statistica e frazioni

La  settimana scorsa in classe terza abbiamo iniziato a lavorare sulle frazioni, oggi abbiamo ripreso l’argomento collegandolo alla statistica, in modo particolare ai contenuti sulla probabilità. Il tutto “sostenuto” da attività pratiche effettuate con una…”scatola”.
Come al solito ricicliamo con il procedimento che i bambini ora conoscono bene e che li diverte molto: rigiriamo la scatola e la decoriamo. Abbiamo così realizzato un contenitore personalizzato in cui inserire delle palline colorate.

CAM01343 CAM01346
CAM01350 CAM01371

scatola e palline

Mettiamo nella scatola: 2 palline gialle, 5 arancioni, 3 verdi, 3 rosa, 1 azzurra, 6 bianche. Totale 20. Registriamo tutto in tabella.

tabella
Alcuni bambini vengono chiamati a pescare una pallina del colore preferito, senza “sbirciare” nella scatola, e si registra accanto alla tabella la frazione che corrisponde alle probabilità di pescare la pallina del colore scelto.


CAM01380
CAM01378

Il primo ad “intuire” che  maggiore sarà la probabilità di pescare la pallina scelta se maggiore è il numero delle palline  dello stesso colore rispetto alle altre è Gabriel. Alla lavagna lo spiega da serio maestro.

CAM01386

Come previsto di questa attività è stato richiesto subito il bis. Sostituendo le palline con le figurine dei Cucciolotti, procediamo..

CAM01388

Qualcuno suggerisce di inserire nella scatola anche una carta  yolly che “raddoppi la possibilità di vincere”. Accontentato. Chi la “pesca” rigioca subito. Registriamo l’attività sul quaderno.

cucciolotti

In questa seconda parte il mio “intervento” è stato nullo, hanno gestito tutto i bambini, in piena autonomia, perfetti artefici delle procedure apprese e… le frazioni si sono così presentate meno noiose!
I concetti “ possibile, certo, probabile” sono stati ampiamente usati collegandoli alle azioni compiute.